google-site-verification: googlebc897719c65f55ea.html

Hai problemi di denti sensibili? Questo articolo ti può essere utile.


Il problema dei denti sensibili riguarda un numero molto elevato di persone (all'incirca una su tre) ed è dovuto all'esposizione della dentina, che quando non è più coperta e protetta da smalto e gengive può originare fastidio. Per fortuna, una volta individuate le cause dei denti sensibili, esistono numerosi rimedi per risolvere il disturbo. La dentina è la struttura portante del dente, compresa tra lo smalto, il cemento alla radice del dente e la polpa. Fisiologicamente sensibile, in quanto attraversata da tubuli che contengono fibre nervose, in condizioni normali non dà alcun problema, essendo coperta dallo smalto e dalla base delle gengive che la proteggono dall'ambiente orale. Se però, a causa del deterioramento dello smalto dentale o della recessione gengivale, la dentina rimane scoperta, è possibile che si avverta fastidio ai denti qualora si assumano liquidi e cibi freddi o molto caldi, sostanze agrodolci, in caso di sollecitazioni tattili o,addirittura, semplicemente inspirando aria dalla bocca. Tale disturbo viene definito ipersensibilità dentinale.Ill dolore alle gengive, seppur lieve, induce a spazzolare debolmente i denti, con il rischio di provocare a lungo andare carie e gengiviti. Quali fattori determinano l'esposizione della dentina e, di conseguenza, i denti sensibili? Le cause possono essere diverse: una delle principali è l’abrasione dello smalto, dovuta a uno spazzolamento non corretto (ovvero quando ci si lava i denti con eccessiva forza o una tecnica sbagliata. La dentina può perdere la protezione anche a causa di erosioni originate da un consumo eccessivo di bevande o alimenti acidi come il pomodoro fresco, gli agrumi, i succhi di frutta e la soda, che agiscono sullo smalto erodendolo ed esponendo la dentina sottostante. Generalmente il problema della sensibilità dentale può interessare qualsiasi persona a qualsiasi età, ma sembra esserci una maggiore predisposizione nei soggetti di età compresa tra i 30 e i 50 anni, in particolare di sesso femminile. Viceversa colpisce raramente sia i bambini e adolescenti che le persone anziane. Riconoscere i sintomi dei denti sensibili è molto semplice: di solito si manifestano con un fastidio a uno o più denti, di breve durata ma molto intenso e pungente, che si avverte quando si assumono cibi e bevande eccessivamente calde o fredde, oppure acide o dolci. Le fitte possono avvertirsi anche durante l'uso dello spazzolino sui denti (o del filo interdentale) o al contatto con un getto d'aria. Quando si avvertono i sintomi appena elencati (denti sensibili al freddo, denti sensibili al caldo, denti sensibili al dolce, ecc.) è opportuno sottoporsi a una visita odontoiatrica per escludere che i fastidi non siano correlati ad altre cause. Per una visita di controllo di invitiamo a contattarci al numero di telefono 058541360.