google-site-verification: googlebc897719c65f55ea.html

Un legame «pericoloso» fra problemi ai denti e rischio tumori


Chi soffre gengiviti e periodontite pare più a rischio di sviluppare un tumore, soprattutto dell’esofago (per l'articolo originale completo vedere il link alla fine del post).

La faccenda può sembrare assai strana, ma ha una solida base scientifica: c’è un legame fra infezioni croniche ai denti e diversi tipi di cancro. Lo evidenzia uno studio americano appena pubblicato sulla rivista Cancer Epidemiology, Biomarkers & Prevention, che ha analizzato i dati relativi a oltre 65mila persone seguite per quasi 15 anni, rilevando un maggiore rischio di ammalarsi di tumori alla bocca, all’esofago e al seno nelle donne che soffrono di malattia periodontale. Indipendentemente dal loro essere o meno fumatrici.Le conclusioni raggiunte dalla nuova ricerca vanno a sommarsi a quelle già raccolte da precedenti indagini sul possibile nesso fra patologie di denti e gengive e altre malattie che potrebbero originare da un’infiammazione cronica, quali cancro e disturbi cardiovascolari.

La possibile spiegazione: tutta colpa dei batteri?

Con il termine di malattia periodontale ci si riferisce a un ampio spettro di disordini che possono interessare i denti, di origine infettiva e infiammatoria, quali ad esempio gengiviti (causate dall’accumulo della placca batterica) e periodontite (che coinvolge non solo il tessuto gengivale, ma anche i legamenti e l’osso alveolare, ossia tutto l’apparato che garantisce la fissità dei denti).«I meccanismi che collegano patologie dentali e cancro non sono ancora completamente chiari – commenta Wactawski-Wende -, ma una delle possibili spiegazioni è che i batteri del cavo orale che provocano disturbi a denti e gengive siano in grado di migrare in altri organi (utilizzando la saliva o la circolazione sanguigna) e colonizzare alcune aree dell’organismo, producendo un effetto negativo: possono aumentare l’infiammazione, tengono frenato il sistema immunitario e creano condizioni locali che fanno aumentare il rischio di ammalarsi di tumore».L’esempio più lampante e diretto, per l’autrice dello studio, sarebbe il cancro dell’esofago, organo vicino alla bocca e dunque facile da raggiungere per i batteri ed eventuali altri agenti patogeni che possono infettarne la mucosa e così contribuire a uno stato d’infiammazione cronica che favorisce l’insorgenza del cancro.

Articolo completo originale su http://www.corriere.it/salute/sportello_cancro/17_luglio_31/c-legame-pericoloso-problemi-denti-tumore-3aef76b2-75f8-11e7-906d-33e8c296ede0.shtml