google-site-verification: googlebc897719c65f55ea.html

Come proteggerti dalla #PARODONTITE? Un nemico silente del sorriso che può farti #PERDERE i #DENTI.

Allo studio Dentistico Cané di Massa (0585-41360) combattiamo tutti i giorni con un nemico insidioso del sorriso dei nostri pazienti: la PARADONTITE, probabilmente la principale causa di perdita dentaria nella popolazione. E' importante essere informati per poter di agire rapidamente e prevenire la perdita dei denti causata da questa insidiosa malattia (anche se hai un impianto dentale).

Quali sono i principali sintomi della parodontite a cui dovrei fare attenzione?

L'apparato di sostegno del dente (parodonto) è costituito da:

  • Gengive

  • Fibre elastiche di collegamento (legamento parodontale)

  • Cemento radicolare

  • Osso alveolare di sostegno.

In un primo stadio, il processo infiammatorio che accompagna la parodontite interessa le gengive (gengivite). Il sintomo più caratteristico di questa fase è rappresentato dal sanguinamento delle gengive, che si manifesta anche con lo spazzolamento energico o la masticazione di cibi duri. La gengiva infiammata perde la sua naturale consistenza duro-elastica e le sfumature rosate che la caratterizzano, lasciando spazio a rossori e gonfiori anomali.

Parodontite: sintomi precoci:

  • Alito cattivo

  • Generalmente, vi è assenza di dolore

  • Leggero sanguinamento delle gengive allo spazzolamento (o per altri stimoli modesti come la masticazione di cibi duri).

  • Strano sapore in bocca e cambiamento di colore (rossore), consistenza (rammollimento) o forma (gonfiore) delle gengive.

Parodontite: sintomi tardivi:

  • Sanguinamento severo

  • Alitosi marcata

  • Recessioni gengivali con esposizione delle radici

  • Comparsa di spazi tra i denti

  • Eccessiva mobilità dentale

  • Fastidi di lieve entità fino alla dolenzia diffusa dei denti.

A cosa e' dovuta la Parodontite e come prevenirla?

La parodontite è primariamente dovuta alla placca dentale, quella sorta di patina appiccicosa che si distribuisce sulla superficie dei denti al termine dei pasti. Dietro questo materiale opalescente si nascondono piccolissimi residui di cibo ed intere colonie batteriche. Tanto più vengono lasciati liberi di proliferare, tanto più questi batteri aderiscono tenacemente alla superficie del dente, richiamando minerali ed altre sostanze, presenti nella saliva, che fungono da vero e proprio "scudo protettivo".

Questa sorta di corazza è chiamata tartaro e la sua durezza è tale per cui nemmeno i normali interventi di igiene orale (spazzolamento, collutorio, filo interdentale) riescono a scalfirla; l'unica soluzione, in questi casi, è sottoporsi ad un intervento di #Igiene #Dentale con #Detartrasi professionale nello studio del dentista. Una visita fastidiosa, di cui molti farebbero volentieri a meno, ma importantissima per la salute dei nostri denti.

Evoluzione di una Parodontite non curata?

Una gengivite trascurata porta ad una retrazione del normale solco gengivale.

In conseguenza dell'infiammazione le gengive si retraggono e si formano delle "tasche" dove i batteri possono proliferare in un luogo relativamente sicuro e riparato dalla saliva con le sue cellule immunitarie e dai farmaci; così, in assenza di interventi, i germi anaerobi si moltiplicano inesorabilmente fino ad estendere il processo infiammatorio al parodonto ed alle ossa che fanno da base ai denti. Le tossine prodotte durante il loro metabolismo aggrediscono le cellule dei tessuti parodontali, inclusi gli osteoblasti (cellule adibite alla riproduzione dell'osso che sostiene il dente).

Per i pazienti più duramente colpiti dalla parodontite e quindi con perdita dei denti l'implantologia rappresenterà la principale opzione di trattamento per la sostituzione dei denti persi.

Cosa fare in caso di sintomi di Parodontite?

Se hai uno o più di questi sintomi dovresti considerare una visita di controllo per prevenire e curare perchè potresti avere una parodontite. Un'adeguata e tempestiva terapia permette di curare la malattia e preservare i denti naturali del paziente.

Successivamente il miglior mezzo di prevenzione della parodontite consiste nella pulizia regolare e accurata dei denti e degli interstizi; non solo spazzolino, dunque, ma anche filo interdentale. Anche l'astensione dal fumo è d'aiuto, poiché le tossine in esso contenute non possono che facilitare l'azione lesiva dei batteri.

L'assicurazione sulla salute dei propri denti è completata da regolari controlli odontoiatrici, che permettono di riconoscere i segni precoci della parodontite e ad intraprendere interventi mirati. In questo modo è possibile prevenire i fattori di rischio modificabili, tra i quali ricordiamo anche lo stress e tutte le altre condizioni che possono diminuire le difese immunitarie dell'organismo (viceversa, quelle che le potenziano sono d'aiuto nella prevenzione della piorrea). Non si può intervenire, invece, in maniera diretta sulla suscettibilità genetica alla parodontite.

Cosa fare in caso di danni irreversibili?

Se purtroppo la malattia ha già fatto il suo corso e il paziente necessita di un impianto dentale per ripristinare il sorriso allora è bene sapere che la parodontite dovrà essere comunque adeguatamente trattata anche prima dell’inserimento degli impianti dentali; infatti, molti studi clinici mostrano come sia assolutamente controindicato inserire impianti su pazienti che presentino lesioni parodontali non trattate. Per lo stesso motivo è fondamentale che anche i pazienti con impianti dentali effettuino con regolarità le sedute d’igiene professionale, diversamente si rischia l'insorgere della perimplantite, a causa della quale i tessuti attorno all’impianto si ammalano con la progressiva perdita di osso perimplantare, fino alla possibile perdita dell’impianto stesso. La cura prima, durante e dopo l'iserimento di un nuovo impianto dentale risulta determinante e per questo che i nostri pazienti con impianti dentali vengono seguiti dal nostro team nel tempo e stimolati a fare i controlli periodici e le igieni professionali mirate a mantere la salute della bocca e degli impianti. Analogamente ai denti naturali, gli impianti dentali se trattati adeguatamente si mantengono nel tempo, consolidandosi sempre di più all'arcata dentale con l'osteointegrazione dell'impianto nel tessuto osseo permettendo al paziente di poter sorridere alla vita!


Per informazioni su come prevenire e curare la Parodontite o per fissare la tua Prima Visita chiamaci allo 058541360, ti aspettiamo!


#Parodontologia #Implantologia #Massa #Carrara #Dentista #Odontoiatra #Sorriso #protezione