google-site-verification: googlebc897719c65f55ea.html
 

Afta in bocca: che cos’è, come guarisce e perché si manifesta?

Aggiornato il: 13 dic 2020

Alcuni pazienti vengono a trovarci lamentando una sensazione di fastidio e bruciore dovuta all’afta, un dolore che si intensifica ogni volta che si passa sopra la lingua o mangia qualcosa. Per tutti coloro che soffrono di questo problema abbiamo deciso di scrivere un post per dare alcune informazioni utili per affrontare questa problematica.

In effetti si tratta di una lesione della mucosa orale piuttosto frequente che si presenta come un’ulcerazione, dalle dimensioni variabili, ma in genere sempre più piccola di un centimetro, caratterizzata da un’area centrale biancastra, talvolta tendente al giallo, circondata da mucosa arrossata e edematosa.

Pur non essendo ben nota l’eziologia dell’afta, è comune che insorga in seguito a piccoli traumatismi della mucosa, anche se probabilmente rappresenta una comune manifestazione a problematiche diverse . Ma allora quando bisogna preoccuparsi? Le afte sono tutte uguali? Come curare le afte e sconfiggere queste fastidiose ulcere? Di seguito ti forniamo una breve guida per conoscere un po’ meglio gli afte e possibili rimedi.

Cos’è un’afta?

In gergo medico è definita stomatite aftosa ed è proprio un’ulcera, e probabilmente rappresenta la lesione orale più diffusa, soprattutto in età pediatrica.

Tecnicamente, da un punto di vista medico, si tratta di una lesione della mucosa che può avere cause differenti, spesso non note. Chiariamo subito che in questo momento non esiste una cura per le ulcere in bocca, ma solo dei rimedi per contrastare il dolore e, questo sì, per velocizzare la guarigione. Che può essere legata anche a metodi naturali.

Come si presenta un’afta?

È comune che i pazienti la indichino come “macchia bianca”, ma se la osserviamo bene, noteremo che ha una forma concava, con la parte centrale biancastra con una tonalità che varia dal bianco al giallo, dovuto alla presenza di fibrina, e i bordi intorno arrossati e edematosi, a causa dell’infiammazione.

La sua conformazione è tendenzialmente ovale o rotonda, con un diametro di circa 5 millimetri ma più raramente può presentare dimensioni anche superiori al centimetro, configurando le cosiddetta aftosi major.

Dove compaiono di solito queste ulcere?

Le afte possono presentarsi in ogni distretto della bocca, anche se tipicamente compaiono sulle guance, sulla lingua, e sulle labbra. La sede dice molto della causa, infatti sedi più atipiche, come il pavimento della bocca, il palato e la zona posteriore della bocca, devono farci supporre che possano trattarsi di manifestazioni di altre patologie.

Le afte sono contagiose?

No, non è possibile trasmettere l’afta come avviene, invece, con l’herpes orale, e che talvolta si manifesta in maniera simile, con la differenza che in questo caso, vedremo più di un’ulceretta.

Quanto dura un’afta in bocca?

La durata media di un’afta è di una settimana, con dolore particolarmente intenso nei 5 giorni centrali. Anche il tempo di guarigione ci dice molto di un’afta. Infatti, nelle affossi major, le afte possono durare anche 2 settimane, inoltre in altre patologie con manifestazione simil - aftosica, le ulcere oltre ad essere molto grandi, impiegano molto tempo a guarire.


Le afte si presentano durante le mestruazioni?

Sì, le donne in procinto di avere il ciclo mestruale possono notare la comparsa di afte in bocca a causa dello squilibrio ormonale. Lo stesso può capitare nei periodi legati alla gravidanza.

Quali sono le cause di un’afta?

Ancora non esiste una spiegazione chiara sulla causa dell’afta. L’ipotesi più condivisa è che ci siano diverse cause che concorrano alla sua formazione, ecco un elenco:

  • Traumatismi (morsicature, punture, ustioni). Non è difficile riscontrare, ad esempio, tra i pugili la presenza di afte sul labbro inferiore dopo lo sparring o un incontro.

  • Infezione da parte dei batteri del cavo orale

  • Carenze nutrizionali (soprattutto di ferro, vitamina B12 e B8)

  • Stati di stress

  • Squilibri ormonali

  • Alterazioni del sistema immunitario

  • Farmaci

  • Radio e chemioterapie

  • Intolleranze

  • Patologie infiammatorie croniche

  • Celiachia

Come si può curare un’afta?

Purtroppo in genere la terapia disponibile per l’afta è una terapia palliativa, dal momento che la cura consisterebbe nella somministrazione di immunomodulatori, i cui effetti collaterali superano di gran lunga i benefici terapeutici.

Tuttavia esistono degli efficaci rimedi al dolore, come gel e spray lenitivi, spesso a base di aloe e acido ialuronico, antinfiammatori topici, e cerotti a base di antinfiammatori steroidi che riescono ad abbreviare notevolmente i tempi di guarigione. La scelta dipende anche dal tipo di paziente, la sua eta' ed in generale le sue caratteristiche peculiari. Allo Studio Dentistico Cane' solitamente diamo alcune opzioni (forendo anche i campioni quando possibile) in base alle caratteristiche del paziente in base alla conoscenza ed alla sua cartella clinica. In ogni caso consigliamo sempre di effettuare con regolarita' le visite di controllo e di igiene dentale.

Per informazioni o visite contattaci allo 0585-41360 saremo lieti di aiutarti e consiglarti al meglio!


#Sorriso, #Dentista, #Denti, #Bambini, #Pediatria, #Conservativa, #ImpiantiDentali, #ProtesiDentali, #Igiene, #MassaCarrara, #Massa, #Carrara #StudioDentisticoCané, #MariaRosariaCané, #Ortodonzia